Feci acquose: come trattarle?

lunedì, 24 febbraio 2020

Feci acquose: come trattarle?

Take it easy – take it black!

Certo, non è un tema molto piacevole da trattare: le feci acquose infatti sono un vero problema, che mette a disagio sia il cavallo sia chi se ne prende cura.

Prima di tutto è necessario un chiarimento: le feci acquose non vanno confuse con la diarrea. Infatti, si tratta di un altro tipo di fluido presente nell'intestino del cavallo. Le cause possono essere le più diverse e proprio per questo esistono trattamenti specifici a seconda del caso.

Durante la diagnosi vengono prese in considerazione prima di tutto le cause fisiologiche, come una cattiva condizione dei denti, una scarsa qualità dei mangimi, un concentrato inadeguato e problemi nell'area gastrointestinale. Tutto questo influisce ovviamente anche sulla qualità del manto e sulle condizioni generali del cavallo. Altri fattori da considerare sono un'eventuale infestazione da parassiti o un brusco cambiamento dei tempi per l'alimentazione, ad esempio all'inizio e alla fine del periodo del pascolo. Non solo: anche elementi come sabbia o corpi estranei ingeriti inavvertitamente con il cibo, piante velenose o troppo mangime minerale possono influire negativamente sul tratto digestivo. Infine, anche la malnutrizione può scatenare le feci acquose.

Se tutte queste cause sono da escludere e il cavallo continua a soffrire di questa patologia, anche dopo dei controlli specifici, si consiglia di dare un'occhiata alla situazione psicologica dell'animale. Lo stress è un fattore scatenante per numerosi disturbi fisici ed è spesso molto sottovalutato. Il comportamento del cavallo non deve necessariamente essere caratterizzato da panico o frenesia; anche l'introversione estrema può essere sinonimo di forte disagio e stress. In questi casi, è bene tenere sotto controllo l'animale, soprattutto quando si ritrova nella sua stalla e a contatto con altri cavalli. È utilissimo anche controllarlo anche durante i pasti! Ultimo, ma non meno importante, i cambiamenti spontanei o estremi nell'equilibrio ormonale possono causare le feci acquose, ad esempio dopo la castrazione o nei destrieri.

Come ormai sarà chiaro, capire e trovare le cause può essere un processo lungo, ma in ogni caso ne vale la pena perché ne va della salute dell'animale. Il carbone vegetale di CharLine può essere un valido supporto per sostenere e ripristinare un tratto gastrointestinale sano. Prima di tutto, dovrebbe essere somministrato come cura, come aggiunta al mangime o dopo la sverminazione in caso di infestazione da parassiti. Inoltre, può essere molto utile somministrarlo anche in caso di situazioni stressanti o cambiamenti. Per un supporto permanente e aiutare l'animale a disintossicarsi, i migliori risultati si notano quando il prodotto viene dato quotidianamente.

Testo di Anne Lorf (CharLine GmbH).