Ricompense: sono davvero utili per il cavallo?

martedì, 25 agosto 2020

Ricompense: sono davvero utili per il cavallo?

Le ricompense per i cavalli spesso sono soggette a lunghi dibattiti. Per alcune persone premiare l'animale con un dolcetto nel momento in cui si comporta bene è positivo, mentre altre sono fortemente contrarie. Non esiste una risposta semplice a questo argomento complesso - anche il tipo di snack da dare spesso può essere un tema controverso e fonte di discussioni. Leggi questo articolo a riguardo e scopri di più su questo argomento!

Una grande varietà tra cui scegliere

In commercio esistono moltissime tipologie e varietà di ricompense e ci sono tantissimi produttori tra cui scegliere. Ci sono poi i tanti snack “naturali”, come a esempio le carote, un grande classico. A questo punto sorge una domanda spontanea: quali scegliere?

Zucchero: fa male ai denti del cavallo?

Quando si tratta di dolcetti per cavalli, molti bambini o inesperti di equitazione pensano alle zollette di zucchero - il che è naturale, spesso abbiamo nella nostra testa l'idea che i cavalli le amino e che le ricevano spesso come premio. Tuttavia, bisogna tenere a mente che non sono particolarmente salutari.

Il fattore problematico non sono le carie, in quanto non rappresentano un vero e proprio problema per la dentatura dei cavalli. Il fatto è che lo zucchero favorisce la formazione del tartaro. Infatti, la rimozione di quest'ultimo dai denti dei cavalli non è solo dispendiosa in termini di tempo, ma anche molto scomoda.

Proprio per questo, se decidi di dare una ricompensa per il tuo cavallo, ricordati di sceglierla senza melassa o zucchero aggiunto.

Che caratteristiche deve avere una ricompensa salutare?

Come già accennato, oggi esiste una grande varietà di prodotti per premiare il nostro amico a quattro zampe. Attenzione però: una vasta scelta non implica che tutti i prodotti siano eccellenti e salutari. Ecco le cose più importanti da tenere a mente quando si scelgono gli snack.

  • Valore energetico: i dolcetti dovrebbero servire solo come ricompensa. Gli snack di solito contengono molti carboidrati e talvolta anche molto zucchero. Proprio per questo, ricordati di non esagerare e di darli sono quando strettamente necessario.
  • Additivi: molti prodotti appositamente studiati per i cavalli contengono additivi. Non sempre si tratta di coloranti o conservanti, ma di minerali, ad esempio. I produttori arricchiscono le loro ricette con ogni sorta di ingredienti ritenuti importanti per il cavallo, il che di principio non è sbagliato. Sfortunatamente, molti proprietari di cavalli se ne dimenticano o non ci fanno caso. Se decidi di dare questa tipologia di prodotto al tuo cavallo, ricordati d ridurre la quantità di cibo contenente proprio quegli elementi aggiunti nella ricetta del dolcetto. (In ogni caso, dovresti ovviamente evitare di comprare anche tutte le ricompense che contengono coloranti e conservanti artificiali.)
  • Scadenza e conservazione: dato che le ricompense sono pur sempre cibo, non possono essere conservate all'infinito. Proprio per questo, ti conviene scegliere prodotti a lunga conservazione e facili da trasportare. Ad esempio, potresti optare per della frutta secca.

Ricompense naturali

Oltre ai prodotti che puoi trovare in commercio, esistono anche ricompense naturali come frutta o verdura. Il vantaggio di questo tipo di leccornia è che è ricco di vitamine e minerali, quindi è molto salutare. Se scegli quest'opzione, non puoi praticamente sbagliare!

E il pane?

Anche il pane può essere una buona ricompensa. In questo caso però, deve essere secco e deve essere dato in piccole quantità, perché ha un valore energetico davvero alto.

Il rinforzo positivo attraverso gli snack: un dibattito acceso

Veniamo ora all'argomento che fa tanto discutere, ovvero l'utilizzo del cibo come rinforzo positivo. Per alcune persone, stimola il cavallo ad apprendere più velocemente. Per altri invece, spinge l'animale a essere particolarmente insistente e a darsi da fare solo per ricevere il premio. In questo articolo, non è possibile dare una soluzione al problema. Tuttavia, ecco alcuni suggerimenti che puoi utilizzare per prevenire comportamenti scorretti nonostante vengano somministrati dei dolcetti.

  1. Usa il principio del condizionamento. Il medico russo Ivan Pavlov ogni volta che dava cibo ai cani, suonava un campanello. Nel corso del tempo, si è reso conto che i cani hanno collegato il suono al mangiare in modo così forte che il solo suono della campana stimolava la salivazione. Puoi applicare lo stesso principio al tuo cavallo. Non preoccuparti, non hai bisogno di un campanello, ti basterà un tono di voce diverso magari in combinazione con una particolare frase o parola da usare solo quando il tuo cavallo merita una ricompensa. È importante usare il tono di voce diverso e che tu dia la ricompensa subito dopo il comportamento desiderato, altrimenti il cavallo non può stabilire una connessione tra il comportamento corretto, la ricompensa e il tono di voce.
  2. I cavalli troppo insistenti non dovrebbero mai ricevere un premio. Anche qui si applica il principio del condizionamento spiegato nel punto precedente. Se un cavallo riceve spesso un premio perché è insistente, col tempo crederà di essere ricompensato proprio per questo comportamento e lo mostrerà sempre più spesso.
  3. Dare sempre i dolcetti con il braccio teso, in modo che l'animale non capisca dove si trovano. Infatti, se dovesse intuire che si trovano in tasca, potrebbe un giorno venire a curiosare con il muso proprio lì.
  4. Prendi in considerazione l'utilizzo di un clicker se non vuoi usare un cambio del tono di voce mentre dai la ricompensa. Il risultato sarà altrettanto efficace.

Il momento giusto per le ricompense

Molte persone si rifiutano di dare i premi al proprio cavallo. Tuttavia, esistono delle situazioni in cui la somministrazione è effettivamente ammessa. Ecco una lista utile.

  • Alcuni cavalli hanno problemi di apprendimento e hanno bisogno di più tempo. In questo caso, dargli dei premi può stimolarlo ad apprendere più velocemente.
  • Un premio è sempre un riconoscimento speciale, che può aiutare l'animale a capire quando si è comportato bene. Se il tuo cavallo è particolarmente bravo, è giusto elogiarlo!
  • Ultimo ma non meno importante: il cibo può essere utile nel caso in cui il cavallo sia nervoso o stressato. La masticazione, così come la digestione, infatti rilassa l'animale.